Ultima Uscita

Vuoi Sostenerci?

Bomboniere Solidali

Calabria Accoglie

 

Si terrà, a Catanzaro in Via Bambinello Gesù n° 26, nella giornata del 28, alle ore 9.30, l’inaugurazione della casa "ALMA MATER",una struttura che ha visto l’avvio del suo servizio già il 2 luglio scorso.

Una Casa d’Accoglienza voluta dalla Fondazione Città Solidale Onlus, al fine di portare la solidarietà nella quotidianità di chi vive situazioni di sofferenza; un alloggio destinato a dare ospitalità a malati e loro familiari provenienti da lontano, che necessitano di cure presso i presidi ospedalieri presenti sul territorio del Comune di Catanzaro, soprattutto i minori affetti da malattie oncologiche.

Dall’inizio delle sue attività, ben dodici famiglie hanno già avuto la possibilità di essere accolte nella struttura per stare vicino al proprio bambino/bambina ricoverato.La casa è stata messa a disposizione dal Rotary Club Catanzaro 1951 ed affidata per la gestione alla Fondazione Città Solidale Onlus.      Essa è composta da 5 monolocali che sono stati arredati non solo per accogliere le famiglie in un ambiente dotato di tutti i confort, ma anche per rendere l’ambiente il più possibile accogliente e simile ad una vera e propria casa. Elemento questo messo in luce da Maria Ruggero, educatrice professionale di Città Solidale:«Siamo riusciti in questi mesi non solo ad avviare un servizio prezioso per queste famiglie ma anche ad affiancarli quotidianamente nei momenti difficili che vivono, cercando di ‘accompagnarli’ nella gestione di tutti gli aspetti che afferiscono alla malattia e alla lontananza da casa”. Il servizio è svolto anche grazie all’aiuto, attraverso il Fondo CEI 8 per mille, della Caritas Italiana e dell’Arcidiocesi di Catanzaro Squillace.

Il progetto, che si avvale di operatori dell’accoglienza qualificati e di volontari, vuole porsi come segno tangibile di attenzione e amore alla persona che soffre, così come messo in evidenza da Padre Piero Puglisi, presidente di Fondazione Città Solidale:«Vogliamo rivolgere sempre di più il nostro sguardo a chi vive situazioni difficili, offrire loro sostegno concreto, qualificato, professionale, solidarietà e vicinanza fatta anche di gesti, di risposte, di una carità vivace ed intelligente, fattiva e, per fare questo, è essenziale creare una buona rete sul territorio tra enti del Privato Sociale e tra questi e il pubblico. Anche “Alma Mater” rappresenta un piccolo gesto di misericordia verso chi vive situazione di profondo dolore>>. Per l’occasione saranno presenti anche referenti Istituzionali, medici e personale sanitario, con il quale è stato necessario raccordarsi per creare sinergie e poter offrire risposte efficaci.

Messina,  Seminario di formazione di Fondazione Città Solidale 

Il sociologo Francesco Pira incontra i Responsabili  di struttura delle Case di Accoglienza

IMG 20180906 WA0007

Concluso il Seminario di Formazione per Responsabili di Fondazione Città Solidale che si è tenuta a Messina, presso la sede del CESV, nelle giornate dal 4 al 6 settembre. Un momento molto importante in vista della preparazione ed organizzazione, del nuovo anno sociale.

Il professore Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo e Coordinatore Didattico del MasterIMG 20180906 WA0011 in Manager della Comunicazione Pubblica dell'Ateneo di Messina, ha tracciato, nel corso  una full immersion, quelle che sono le regole fondamentali del fare buona comunicazione sociale utilizzando al meglio i nuovi canali social. Argomento questo importante nell'era della digitalizzazione e fondamentale nella promozione di una nuova cultura sociale. A mettere in luce questo elemento l'intervento conclusivo del presidente di Città Solidale, Padre Piero Puglisi:<< è stato di fondamentale per noi e per la nostra organizzazione questo momento di formazione inerente la buona comunicazione ed i social. Siamo convinti che bisogna comunicare al meglio il proprio operato anche per creare una nuova coscienza sociale>>. Lo stesso Francesco Pira  durante il seminario ha posto in essere quelle che sono le basi di un lavoro che vedrà un netto restyling dell'immagine e delle comunicazione della Fondazione:<< L' era dei Social ci impone di rimodulare quelle che sono le varie tecniche di comunicazione ed i canali sulle quali veicolare le informazioni. La sfida per il futuro per i responsabili è quella di comunicare, attraverso le opportunità che la tecnologia ci offre, l'ottimo lavoro posto in essere quotidianamente nelle varie strutture>>. Fondazione Città Solidale, attraverso questi momenti di formazione, rivolge il suo sguardo al cambiamento, cercando di avviare processi comunicativi che possano ampliare, attraverso i social network, la visibilità e la comunicazione delle attività poste in essere nelle strutture in favore di persone svantaggiate.

Il Mosaico