Ultima Uscita

Vuoi Sostenerci?

Bomboniere Solidali

Calabria Accoglie

Buon Natale dalla Fondazione Città Solidale

IMG_3230Oggi 28 novembre  alle ore 11 nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili, a Catanzaro, l'assessore alle Pari Opportunità Stefania Lo Giudice e padre Piero Puglisi, Presidente della Fondazione “Città Solidale” Onlus, hanno presentato alla stampa il progetto “Centro Aiuto Donna”.

Il Centro è di ausilio alle donne italiane e straniere che subiscono violenza in tutte le sue forme e offre consulenza psicologica, giuridica e pedagogica. Il centro continuerà ad essere operativo nella struttura comunale di Catanzaro, ubicato in via XX Settembre, 26. Il recapito telefonico attivo dal lunedì al venerdì e' lo 0961/881511. Nei prossimi giorni si attiverà un numero verde 24 ore anche nei giorni di sabato e domenica e nelle ore notturne.

Le operatrici (psicologa, assistente sociale, pedagogista e sociologa) del Centro antiviolenza lavoreranno per il rilancio dello sportello organizzando varie attività di sensibilizzazione sul territorio e nelle scuole del catanzarese.

problemaLa Fondazione Città solidale onlus anche quest’anno ha deciso di offrire a circa 30 operatori interni l’opportunità di frequentare, direttamente presso la propria sede, un Corso di aggiornamento professionale.

Oggi, sabato 19 novembre, si è conclusa la prima parte di questo percorso che ha visto impegnati per tre giorni gli operatori della Fondazione Città Solidale sul tema: “I modelli educativi nelle Comunità residenziali”, curato dal pedagogista prof. Igor Salomone dello Studio di Prassi Pedagogica “Dedalo”, di Milano.

Il percorso formativo, iniziato giorno 17 novembre, ed articolato in 2 moduli, di cinque giornate complessive intende mettere in comune e prendere consapevolezza delle rappresentazioni individuali e collettive attorno ai valori, agli obiettivi, agli orizzonti dell’educare. Si è iniziato a capire che problemi si incontrano in ognuno dei nostri luoghi educativi e, soprattutto, che idee circolano su cosa sia un “problema” e sul come deve essere affrontato. Si è cercato di disegnare una mappa dei dispositivi sociali che caratterizzano i luoghi educativi, ovvero di quei modi dello stare insieme che costruiscono giorno per giorno l’esperienza condivisa da operatori e ospiti.

Si è discusso dei modelli educativi del lavoro in una comunità residenziale. Nella seconda parte del percorso che si svolgerà il 3-4 febbraio 2012 si tireranno le somme del lavoro intenso di analisi e rilettura compiuto per concentrarsi sulle possibili linee evolutive di tre distinti modelli: quello di strutturazione della quotidianità, quello di temporalizzazione dell’esperienza, quello ecologico di funzionamento. Si rifletterà, inoltre, sui sistemi di valutazione del valore aggiunto del lavoro educativo in una comunità residenziale.

bambini_stranieriIl Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l’ANCI di concerto con l’Assessorato politiche sociali del Comune di Catanzaro hanno organizzato per mercoledì prossimo 16 novembre alle ore 9,30, nella sala concerti di palazzo De Nobili, un incontro di approfondimento con i progetti territoriali sul “ Programma nazionale di protezione dei minori stranieri non accompagnati  e la rete dei Comuni”.

 

I lavori saranno avviati dai saluti del Sindaco, on. Michele Traversa, del Vicario episcopale don Vincenzo Zoccoli, del Prefetto Antonio Reppucci e del Questore dott. Vincenzo Roca

 

 

Il programma prevede:

Ore 10.00/11.00 Segreteria Tecnica del Programma nazionale di protezione dei minori stranieri non accompagnati

Virginia Costa, Maririna Tuccinardi, Stefania Maselli

Genesi del Programma minori Caratteristiche della I e della II Fase Le linee guida operative del Programma: specificità degli interventi a favore dei minori

Ore 11.00/12.00Focus di approfondimento

Fabiana Musicco, IPRS Il permesso di soggiorno La tutela

Moreno Benini , IPRS Il valore della mediazione interculturale

Ore 12.00/13.00 Comune di Catanzaro

Leonardo Melito, responsabile di progetto Padre Piero Puglisi, Fondazione “Città solidale” Onlus

“La Casa di Alì”:l’esperienza del comune di Catanzaro nell’ambito del Programma nazionale di protezione dei minori stranieri non accompagnati

Comune di Reggio Calabria Carmela Pellicanò, responsabile di progetto

“Oltre la clandestinità, verso l’inclusione sociale”:l’esperienza del Comune di Reggio Calabria nell’ambito del Programma nazionale di protezione dei minori stranieri non accompagnati

Ore 13.00/13.30 Interventi dei partecipanti

Il Mosaico